Articolo Precedente:

Le ville lucchesi, l’idea primaverile per la vostra gita fuori porta

Finalmente si respira aria di primavera! E’ il momento ideale per le gite e le passeggiate in campagna.

Dopo un lungo e piovoso inverno la natura si risveglia in tutto il suo splendore e le festività del 25 aprile e del 1° maggio sono senzaltro due occasioni da non perdere per una breve gita fuori porta.

Per chi ama immergersi nel verde senza rinunciare alla storia, la meta ideale sono le meravigliose ville della Lucchesia con i loro giardini.

Circondate dalle colline, questi veri e propri palazzi di campagna vennero costruiti da ricchi mercanti lucchesi dal XV secolo in poi e rappresentano un patrimonio importante della storia italiana.

Una delle ville più belle che negli ultimi anni ha avuto importanti lavori di restauro che hanno ancor più valorizzato tutto il suo splendore è la Villa Reale di Marlia (XVII sec.). Fu la residenza di Elisa Bonaparte Baciocchi, sorella di Napoleone e Principessa di Lucca. La proprietà si estende su una superficie di 16 ettari, il suo parco è percorso dai viali delle Camelie ed ospita due famosi Teatri, quello d’Acqua e quello di Verzura dove si esibì spesso il celebre violinista Niccolò Paganini per Elisa Baciocchi. Oltre alla villa, da non perdere sono le diverse residenze d’epoca che arricchiscono il parco come: la Villa del Vescovo, adiacente al Ninfeo detto “grotta di Pan”, e l’elegante Palazzina dell’Orologio con la loggia panoramica.

Un’altra dimora storica è la Villa Mansi di Segromigno in Monte che spicca per la sua architettura elegante e raffinata che domina lo splendido giardino all’inglese circondato da alberi maestosi.

A San Pancrazio, vicino Lucca, si può visitare la Villa Oliva Buonvisi con uno splendido parco che si estende per ben cinque ettari caratterizzato da giochi d’acqua e cascatelle, bassorilievi e statue.

Sempre a San Pancrazio troviamo anche la Villa Grabau, costruita sulle rovine di un borgo medievale. I proprietari modificarono la villa fino a trasformarne gli originali caratteri gotici nelle attuali fattezze neoclassiche. Il parco circostante ospita un bellissimo giardino all’inglese e uno all’italiana, di forma ovale, con fontane e un centinaio di limonaie in terracotta con gli stemmi delle nobili famiglie.

Da non dimenticare la Villa Torrigiani, una lussuosa costruzione cinquecentesca in stile barocco toscano. La villa è come una piccola reggia, ispirata a Versailles. Nel  Giardino-Teatro di Flora ci sono spettacolari giochi d’acqua ancora funzionanti.

Pensate che tutte queste ville sono immerse nella campagna Toscana ed oggi sono circondate da numerose aziende agricole….tutto questo le rende ancora più appetibili perché tra una visita e l’altra avrete la possibilità di fare una sosta per degustare i piatti tipici della tradizione locale accompagnati da un ottimo vino prodotto in queste colline.

Sono sicura che siete già andati a preparare la valigia….mi raccomando, scarpe comode!

Photo by Di PGMedia.it – www.pgmedia.it, CC BY-SA 4.0