Articolo Successivo:
Lajatico teatro del silenzio

Il luogo dove la musica penetra la terra: il Teatro del Silenzio

Ci sono luoghi in cui l’intervento dell’uomo riesce ad esaltare ciò che la natura ci ha regalato. C’è una valle in Toscana, a Lajatico in provincia di Pisa, dove ogni anno in estate viene creata un’installazione che esalta un anfiteatro naturale dando vita ad un luogo unico dove fare arte. Architetti, paesaggisti, musicisti ed artisti hanno concepito un progetto che grazie a l’idea e al patrocinio di Andrea Bocelli nel 2006 è diventato realtà: sto parlando del Teatro del Silenzio ed è così che il celebre cantante lirico ce lo descrive:

“Io la vedo questa terra, la sento premere sotto i miei piedi.

E’ la mia terra. E’ una terra che ama il silenzio, come lo amo io.

E se rompo questo silenzio con la mia voce lo faccio per rendere omaggio a questi luoghi e alla mia gente.

La musica penetra la terra, la percorre e vola lontanissima.

E’ un messaggio d’amore”

La tredicesima edizione del Teatro del Silenzio, l’esclusivo evento che ogni anno prende vita sulle colline natie del Maestro Bocelli a Lajatico, quest’anno ci sarà sabato 28 luglio 2018.

Ad oggi sappiamo che questa edizione sarà dedicata alla rappresentazione dell’opera “ANDREA CHÉNIER” di Umberto Giordano.

Andrea Bocelli torna alla sua più grande passione, proponendo il titolo cui in assoluto è emotivamente più legato: la prima opera lirica che ha ascoltato ed imparato nella sua vita, quella che più ha amato, quella da cui è tratta la prima aria che all’età di 8 anni egli ha cantato e fissato in una registrazione che ancora oggi è possibile ascoltare.

Ancora una volta, nell’incantevole scenario di Lajatico, sulle colline toscane, sarà possibile vivere l’eccezionale esperienza di ascoltare dal vivo la voce del Maestro Andrea Bocelli nei luoghi dove è nato e cresciuto accompagnato come sempre da un’orchestra sinfonica, un coro e da un cast artistico di profilo internazionale.

Se volete partecipare a questo evento straordinario cominciate ad organizzarvi subito perché senz’altro, come ogni anno dal 2006 ad oggi, i biglietti andranno a ruba! Il teatro ospita circa 8000 persone. Per assistere al concerto ci vogliono circa 100 euro per i biglietti di categoria inferiore per arrivare alla categoria executive dove invece ce ne vorranno almeno 450! Si parla di un teatro che viene installato solo in occasione dell’unica data programmata ogni anno perché, quando non è in attività, la struttura viene completamente smontata e il palco si trasforma in un lago artificiale. Ogni anno la scenografia è diversa, la più famosa divenuta simbolo stesso del teatro è la figura imponente di un volto umano realizzata dallo scultore Igor Mitoraj.

Ecco un’altra idea e una nuova occasione per venire (o ritornare) in Toscana! Migliaia di persone ogni anno approfittano di questo evento per visitare le nostre bellissime città. E voi?? Cosa state aspettando?!

Photo by Nuada from Wikimedia